Il primo studio sulla RCP eseguita da non vedenti

IARR con una propria commissione specifica diretta dal Dott. Fulvio Kette e con il supporto della rete formativa degli Istruttori di Salvamento Academy è stato ha avviato uno studio, il primo al mondo, per stabilire la possibilità che una persona non vedente o ipovedente sia in grado di praticare correttamente una RCP e utilizzare un defibrillatore (DAE). La prima raccolta di dati del progetto è stato presentato in antemprima mondiale al congresso internazionale ERC 2015 a Praga.

 

roma UIC

Lo studio non si limita a dimostrare il successo di una RCP da parte di un soccorritore con disabilità alla vista, ma che questo sia anche in grado di poter insegnare le manovre di rianimazione. La Salvamento Academy in questo contesto ha già anticipato i tempi, certificato i primi 3 Istruttori BLSD non vedenti al mondo, realizzando il primo manuale BLSD in braille e l'audiolibro a seguito di un'importante esperienza fatta su campo della formazione di persone con bisogni speciali (non vedenti e sordo-muti). Ad aprile 2014 a Roma in Campidoglio è stato organizzato un corso BLSD con 100 suoi istruttori, addestrando e poi certificando alle manovre di rianimazione e all'utilizzo del defibrillatore ben 100 persone non vedenti e i loro accompagnatori.

Studio RCP non vedentiIl team di IARR impegnato nello studio (Fulvio Kette, Riccardo Ristori, Stefano Mazzei e Domenico Ietto) in collaborazione con l'Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti, ha come obiettivo finale quello di svliluppare un programma di formazione al BLSD diretto alle persone non vedenti. La Laerdal è sponsor tecnico di questo progetto.

LOCANDINA SENATOPatrocioni Ministero dela Salute

Salvamento Academy

sicurezzatavola